Una nuova speranza per chi lotta contro l’obesità: semaglutide è in grado di determinare una riduzione fino al 20% del peso corporeo di partenza se usato correttamente e associato a una dieta adeguata e  a un’attività fisica costante.

 

Nuovo farmaco contro l’obesità: che cos’è semaglutide

Si tratta di una molecola già utilizzata da tempo nella cura del diabete di tipo 2. Studi scientifici recenti hanno inoltre dimostrato che assunta in dosi maggiori,  è in grado di indurre un consistente calo di peso, con una riduzione fino al 20% del peso corporeo iniziale. Semaglutide agisce a livello del sistema nervoso centrale sui centri di controllo della fame e della sazietà, aiutando così  a ridurre l’apporto calorico.

 

Chi può assumere semaglutide?

Si tratta di un farmaco che va assunto su prescrizione e sotto stretto controllo medico ed è indicato per soggetti affetti da obesità  ( ovvero con BMI (Body Mass Index, ovvero indice di massa corporea) superiore a 30. 

 

Come si assume semaglutide?

Non si tratta di una pillola, bensì di un’iniezione sottocutanea che si somministra una volta alla settimana nell’addome, nella coscia o nel braccio.

Al momento attuale l’uso del farmaco per curare l’obesità è stato approvato negli Stati Uniti.

Per i pazienti italiani però è già disponibile un farmaco simile; liraglutide. Si tratta di un prodotto già ampiamente testato e riconosciuto a livello internazionale per il trattamento dei problemi di peso.

Come semaglutide, liraglutide è un analogo sintetico dell’ormone Glp-1, e ha lo stesso meccanismo d’azione.

 

Obesità: perché non basta mangiare meno

Nei nostri ambulatori proponiamo piani alimentari personalizzati molto efficaci per la perdita di peso rapida che serve a chi si trova in condizione di obesità o sovrappeso grave. Unita a un movimento fisico adeguato alle condizioni di salute del paziente, questa soluzione spesso garantisce già ottimi risultati.

Tuttavia esistono varie situazioni patologiche nelle quali l’organismo non è più in grado di reagire correttamente a un cambiamento alimentare: in tali casi il ricorso a un farmaco è indispensabile.

I nostri esperti spesso consigliano ai pazienti anche una psicoterapia o un supporto comportamentale: il percorso di cura dell’obesità deve infatti prendere totalmente in carico la persona, anche sul piano emotivo.

Se hai bisogno di una consulenza personalizzata per capire quale percorso di dimagrimento è il migliore per te contatta gli esperti LabQuarantadue per un primo consulto.