Integrazione

Il proverbio “siamo quello che mangiamo” è una grande verità poiché la nostra salute dipende strettamente dai nostri stili di vita.

Dato che è possibile intervenire solo su alcuni dei fattori causa dell’invecchiamento biologico (alimentazione, livello di stress e attività fisica) è importante gestirli nel migliore dei modi.

In parallelo alla correzione nutrizionale e alla medicina anti-aging si consiglia quindi l’assunzione di integratori per offrire all’organismo una molteplicità di sostanze antiossidanti e micronutrienti come vitamine e minerali che potrebbero essere carenti.

L’alimentazione anti-aging propone alimenti antinfiammatori e allo stesso tempo proteici, detossificanti, purificanti e ricchi di acidi grassi buoni (Omega 3 e 6) per proteggere le cellule e ridurre l’infiammazione. È utile poi intervenire sulla predisposizione genetica a malassorbimenti e intolleranze, così da ridurre lo stato di invecchiamento del nostro corpo.

Le integrazioni solitamente riguardano:
– Vitamine (soprattutto vitamina C, vitamina A e vitamina E)
– Acido alfa lipoico
– Coenzima Q10
– Polifenoli (tra cui il principale resveratrolo)
– Acido ialuronico e collagene, responsabili del grado di idratazione e plasticità del derma

Non è ovviamente necessario integrare tutto, gli specialisti sceglieranno in modo appropriato quello di cui l’organismo ha più bisogno in base alle necessità, al momento e alla propria genetica.