Cosa mi rispondi se ti chiedo:

Sovrappeso e obesità sono un problema anche per te?

Il grasso in eccesso non è solo una questione estetica, ma incide negativamente anche nella tua vita privata, lavorativa e sulla tua salute?

Non ti senti a tuo agio e ti vergogni del tuo corpo?

e se sei nella condizione in cui:

Hai vergogna di metterti in costume e mostrarti agli altri…

Non ti senti a tuo agio in intimità con il partner…

Ipertensione, diabete ed esami del sangue alterati…

Non riesci a giocare con i tuoi figli o con i tuoi amici.

Sei preoccupato per la tua salute…

Oggi, finalmente, siamo in grado di garantirti un risultato concreto… una perdita di massa grassa fino al 20% del tuo peso corporeo in maniera permanente, clinicamente controllata, monitorata e duratura nel tempo… tutto questo con uno sforzo minimo in termini di alimentazione e attività fisica.
Sempre sotto stretto controllo medico.

LabQuarantadue cura pazienti in condizione di sovrappeso e obesità con un metodo multi specialistico. Il programma terapeutico è gestito, in ogni nostro Ambulatorio oppure in Telemedicina, da un’equipe di Medici, Psicologi e Nutrizionisti che forniscono al paziente un trattamento sanitario altamente specializzato e personalizzato.

Perdita della sola massa grassa

Perdita del 20% del peso corporeo

Sotto stretto controllo medico

Una testimonianza vera, la mia.

PERCHÉ NON ESISTE UNA PASTIGLIA CHE MI FACCIA STARE BENE E DIMAGRIRE?

Me lo sono chiesto per tutta la vita. Quando ho scoperto che esiste, mi sono commosso.

Combatto con il peso da sempre; in particolare dal mio tredicesimo compleanno in poi la situazione è diventata problematica. Ho provato di tutto: allenamenti con personal trainer, ogni dieta possibile incluse quelle fai da te… ma puntualmente i chili persi al costo di tanta fatica e tristezza d’animo tornavano, e in un decimo del tempo impiegato a smaltirli.

Avevo costantemente almeno 20 kg di troppo, eppure non riuscivo a eliminarne più di 3 o 4 pur con privazioni e sforzi enormi; naturalmente, non vedendo i risultati sperati, tornavo a mangiare e a bere. Già, perché intanto era sorta questa piccola questione dell’alcool… Essere in forte sovrappeso scatenava in me un intenso disagio ogni volta che dovevo confrontarmi con le altre persone, nella vita privata e anche sul lavoro, e mi intrappolava in un circolo vizioso fatto di insoddisfazione, insicurezza e rabbia che sfogavo attraverso il cibo ma anche gli alcolici.

È andata avanti così per anni, finché ho scoperto Mysimba.

Ho perso peso con poca fatica

Ho iniziato la terapia farmacologica con Mysimba nel gennaio del 2020 con un peso di 102 kg, sotto la supervisione dei medici di LabQuarantadue. Appena assunta la prima pastiglia, ho avuto subito la sensazione che quella potesse essere la strada per realizzare il mio desiderio: perdere peso e mantenerlo stabile, acquisire una forma fisica accettabile, ma farlo sentendomi bene.

Non solo riuscivo a controllare l’appetito e l’assunzione di cibo e alcool ma stavo bene psicologicamente e mi sentivo energico e molto motivato. Mi accorgevo che stavo dimagrendo, eppure non salivo ogni minuto sulla bilancia perché ero convinto che sarei potuto andare avanti così per tutta la vita: avevo trovato la risposta al problema del peso!

Ho continuato in questo modo fino all’agosto 2020, superando anche la prova della “reclusione in casa” da lockdown, e sono arrivato a perdere 26 kg. Non ci potevo credere. L’impegno era stato minimo, se paragonato agli sforzi fatti in passato, e la resa altissima: ero veramente felice e sicuro di aver trovato la soluzione a tutti i miei guai. Ovviamente non poteva essere così semplice… Infatti, nel mese di settembre, ho cominciato ad avere problemi con l’assunzione del farmaco: avevo spesso mal di testa e l’efficacia nel dissuadermi dal mangiare e bere era calata… Sono caduto nel panico!

Un nuovo percorso

I medici di LabQuarantadue mi hanno rassicurato, spiegandomi che era arrivato il momento di cominciare a togliere il farmaco in quanto il mio fisico si era probabilmente assuefatto e per questo non rispondeva più alla terapia come avrebbe dovuto. Confesso che mi è crollato il mondo addosso: mi sentivo disperato, la paura di ingrassare nuovamente era altissima.

A questo punto la dottoressa che mi segue, dopo avermi tolto Mysimba con la dovuta gradualità e consigliato un periodo di stop farmacologico, mi ha parlato di Saxenda.

Mi ha spiegato bene il funzionamento di questo farmaco, parlandomi del fatto che si somministra con delle iniezioni sottopelle (tipo quelle che usano i diabetici, per intenderci) e che, al contrario di Mysimba, non agisce a livello neurologico ma a livello fisico, intervenendo sulla produzione di insulina e coinvolgendo altri fattori legati alla glicemia.

All’inizio ero molto perplesso: non mi piaceva l’idea di dovermi bucare tutte le mattine, e faticavo ad accettare di dover abbandonare la terapia di prima, che mi dava tanta sicurezza e che mi aspettavo potesse durare per tutta la vita. Mi sono reso conto però di non avere scelta, e ho deciso di fidarmi nuovamente e di iniziare con Saxenda, che utilizzo ancora oggi.

COM’È ANDATA A FINIRE?

Ricapitoliamo: sono partito da 102 kg e sono prima sceso a 76 kg (ero un po’ troppo magro oggettivamente, anche se ero felice della mia 46); nell’intervallo di tempo fra quando ho smesso di usare Mysimba e l’inizio della terapia con Saxenda ho preso 10 kg fra grasso e massa muscolare arrivando a un peso di circa 87/88 kg, che oggi riesco a mantenere grazie alla cura e al supporto psicoterapeutico offerto in LabQuarantadue. Sono felice di aver trovato il farmaco e gli adeguati controlli ambulatoriali che mi servivano.

Credo di aver trovato il sistema perfetto per mantenere il peso corporeo giusto per me perché, anche se a volte esagero con il cibo per una sera, il giorno dopo sono in grado di rimettermi a regime alimentare: mangio praticamente tutto, ma in maniera controllata e soprattutto con serenità.

Hai il mio stesso problema?

Il mio consiglio a chi vive la mia situazione di disagio per colpa del peso è: rivolgetevi ai medici di LabQuarantadue, probabilmente c’è una soluzione anche per voi, con me ha davvero funzionato! Se vuoi parlarne direttamente con me mi trovi su Facebook sulla mia pagina personale, sarò felice di confrontarmi con te e i tuoi dubbi. @patrizioaltieri

ASCOLTA L’ESPERTO